L’iniziativa per una “Rete di Donne Mediatrici nell’area Mediterranea, progetto ideato e promosso dal Ministero italiano degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e implementata dalla sezione italiana di Women in International Security (WIIS Italy) e dall’Istituto Affari Internazionali (IAI), è stata lanciata nel 2017 per rispondere al bisogno di aumentare il numero di donne coinvolte nel lavoro di peace-making e di facilitare la nomina di donne mediatrici di alto profilo, sia a livello nazionale che internazionale. Il progetto rientra inoltre tra i progetti finanziati nel quadro del terzo Piano d’Azione Nazionale dell’Italia su “Donne, Pace, Sicurezza” (UNSCR 1325).

Il progetto si è posto l’obiettivo di aumentare la capacità di fare rete nel Mediterraneo, un’area non interamente coperta dalle attuali reti di donne mediatrici. La stabilità nel Mediterraneo è un prerequisito per la sicurezza dell’intera regione. Con il suo complesso contesto socio-culturale, le donne mediatrici possono portare conoscenze strategiche e contribuire alla risoluzione dei conflitti e ad una pace duratura.

Nell’ambito di questa progetto, WIIS Italy coordina lo svolgimento delle attività di formazione.  Dalla sua fondazione nel 2017, sono state a svolte numerose attività tra cui la realizzazione di due cicli di formazione e scambio di esperienze sulla “Mediazione inclusiva e di Genere” (uno in inglese e l’altro in francese) a Roma, affiancati da una serie di incontri di formazione in remoto (webinars) con esperte o esperti in materia di sicurezza, gestione e mediazione dei conflitti, e con competenze geopolitiche del Mediterraneo.

Sono state inoltre fondate due antenne locali, MWMN/Cyprus e MWMN/Turkey finalizzate al consolidamento dei lavori in ambito di mediazione al livello locale permettendo oltre che a fornire dinamismo e visibilità all’intero Network, a favorire una maggiore e più diretta partecipazione e presa in carico delle attività del MWMN da parte delle mediatrici stesse, attraverso lo sviluppo di attività di advocacy e di formazione costruite sulla base delle necessità dei vari contesti geopolitici.

A settembre 2019, a seguito del lavoro svolto con altri network regionali di donne mediatrici ha portato al lancio della Global Alliance of Regional Women Mediator Networks” avvenuto a New York durante la 74° UN General Assembly High Level Week.

Per rimanere aggiornati in merito alle attività della Rete è possibile visitare il sito al seguente link e iscriversi alla newsletter.