Le Mentors e Mentees che sono state associate tra loro hanno cominciato gli incontri individuali online. L’obiettivo è acquisire maggiore consapevolezza di sé e delle proprie capacità, avere consigli per il futuro e fare rete attraverso il contatto con una professionista nell’ambito della sicurezza internazionale. Lo scambio non è univoco però, le Mentors sono pronte e disposte ad imparare a loro volta e acquisire nuovi punti di vista dalle loro Mentees.

Come sta andando? Lo chiediamo direttamente alle partecipanti!

Siamo molto felici di aver lanciato anche in Italia la prima edizione del Programma di Mentoring, uno dei pilastri di molte antenne WIIS nel mondo, per favorire lo sviluppo professionale delle donne che lavorano nell’ambito degli affari internazionali, della sicurezza e della difesa.

La nostra iniziativa ha raccolto subito tante adesioni e partecipazione, che ci fanno onore e testimoniano la necessità diffusa di promuovere degli strumenti perché le donne possano acquisire maggiore auto-consapevolezza di sé, competenze e capacità di fare rete, e progredire nella propria carriera potendo contare su consigli di altre professioniste del settore.

Loredana Teodorescu

Responsabile del programma di Mentoring

Come primo mese del programma di mentoring mi ritengo molto soddisfatta e, anzi, l’andamento del programma ha superato di gran lunga le mie aspettative. Trovo la mia mentore una persona dalle elevate competenze professionali nonché dalle grandi doti umane. Abbiamo preso contatti non appena il programma è stato lanciato, ci siamo virtualmente “incontrate” anche un’altra volta e fin dall’inizio abbiamo individuato il percorso lungo il quale mi può accompagnare. I suggerimenti e i consigli che, a riguardo, sto ricevendo, mi sono risultati particolarmente utili e preziosi. Sono certa di poter cogliere il meglio da questa esperienza.

Claudia Schettini

mentee

E’ stato molto interessante conoscerci e notare che condividiamo non solo interessi e parti del nostro percorso, ma che abbiamo affrontato anche, seppur in momenti diversi, lo stesso ostacolo, molto concreto, nella nostra crescita professionale. Questi scogli possono essere superati e l’esempio della mia mentor lo dimostra. Il primo incontro virtuale è stato un bel momento di scambio e alla fine della conversazione mi sono sentita più ispirata e positiva, e con idee e prospettive nuove all’orizzonte.

Karolina Muti

mentee

Il mentoring è un percorso condiviso e di arricchimento reciproco. Nel rapporto con la mia mentee ho scoperto una fonte preziosa di scambio: di idee, di energie, di progetti, di emozioni.

Nicoletta Pirozzi

mentor

Il programma si è rivelato più che all’altezza delle aspettative. Ho avuto l’occasione, non solo di potermi interfacciare con una professionista a tu per tu, ma anche di conoscere una donna forte, molto colta, capace e alla mano. Mi ha sempre fatto sentire a mio agio nel porle ogni genere di domanda, e mi assiste a 360°, da consigli più “tecnici” sul come presentare un’application o riguardo alla stesura di lettere motivazionali, a consigli bibliografici e di siti che possano essermi utili per coltivare il mio nuovo interesse nella “Women, peace and security” agenda, per finire con aneddoti personali della sua esperienza sul campo. Sono davvero soddisfatta e contenta che le nostre chiacchierate proseguano, anche in numero maggiore di quelle previste dal programma. Sebbene talvolta non sia facile porre le domande giuste, se non si hanno le idee chiare sul proprio futuro, ci si può muovere passo passo e perché no scoprire anche insieme quali siano le possibili strade da imboccare.

Gaia Ravazzolo

mentee